Integratori salini quanto sono utili per chi pratica sport?

Gli integratori salini vengono principalmente utilizzati per rifornire i depositi di sali minerali organici nel corpo e nei muscoli. L'assunzione di integratori salini è importante per il benessere del corpo generale, il quale necessita di una certa quantità di minerali al fine di funzionare correttamente. Svolgendo un 'attività fisica intensa, così come quando si suda o si perde una quantità eccessiva di liquidi e per tanto il corpo può perdere troppi sali. In queste circostanze  il reintegro delle sostanze perse in modo da riuscire a recuperare velocemente ed in maniera efficace l’equilibrio dei livelli salini.
    Immagine rimossa.

Si distinguono due principali classi di sali, importanti ambedue per l’organismo: macrominerali ed oligoelementi. Entrambe le tipologie possono essere ottenute mediante il consumo di integratori alimentari specifici. I sali rappresentano una classe di sostanze inorganiche che si trovano naturalmente in una varietà di alimenti. Il corpo umano richiede l’apporto di ben 20 minerali differenti al fine di poter funzionare in maniera corretta.

E' risaputo che il corpo umano assume i sali minerali, le vitamine, le proteine e quanto altro gli è fondamentale solo dal cibo che ingerisce. Basti pensare che, in un frutto, nella verdura, negli amidi, o nella carneci sono più sali minerali che in centinaia e a volte migliaia di litri d'acqua.

Proprietà degli integratori salini

Condizioni alimentari transitorie e condizioni di salute possono essere i motivi che portano alla presenza di livelli di sali troppo bassi. L’alterazione dei livelli salini può causare problemi di salute, tuttavia la condizione può essere facilmente risolta assumendo degli integratori specifici e svolgendo una dieta sana ed equilibrata. L’assunzione di integratori salini permette innanzitutto di riequilibrare l'osmosi cellulare ed il livello di sali minerali in generale, in breve tempo. A beneficiare dell’azione svolta dai supplementi sono diverse aree del corpo. In primo luogo la pressione del sangue risulta ottimizzata da una presenza salina adeguata. L’importanza e l’efficacia degli integratori salini è per altro maggiore nel caso in cui si verificano ustioni, vomito, diarrea o nel caso in cui si assumono dei farmaci. Tali sono fattori che possono causare una perdita di sali nel corpo. In questi contesti è necessario intervenire avviando un trattamento a base di integratori salini ed aumentando allo stesso tempo il consumo di acqua.

Livelli salini

I minerali sono necessari al fine di equilibrare i livelli di liquidi nel corpo. La presenza salina deve essere mantenuta idonea dal momento che eccessi, allo stesso modo di carenze, possono causare danni alla salute. Nello specifico ottenendo dei livelli salini superiori a quelli necessari si può presentare una condizione di ipernatriemia; in maniera opposta un livello troppo basso di sali causa iponatriemia. Se la concentrazione di sali nel corpo non viene mantenuta entro un certo limite, una serie di funzioni del corpo ne risentono e possono di conseguenza essere alterate. Tra le funzioni che sono interessate nei livelli salini vi è la cognizione. La presenza di livelli salini idonea è una condizione che non deve essere sottovalutata. Nei casi più gravi il reintegro salino deve essere svolto per via endovenosa.

Integratori salini e sport

L’importanza dei livelli salini idonei si riferisce ad una varietà di processi metabolici e fisiologici. Alcuni dei ruoli fisiologici dei sali che sono particolarmente importanti per le persone che praticano attività sportiva coinvolgono: ritmo cardiaco regolare, impulso della conduzione nervosa trasporto di ossigeno, fosforilazione ossidativa, attivazione degli enzimi, funzioni immunitarie, attività antiossidanti, salute delle ossa e regolazione dei livelli acido-base nel flusso sanguigno. Oltretutto, un gran numero di questi processi è accelerato durante lo svolgimento di esercizio fisico. Gli atleti devono provvedere ad un apporto adeguato di sali nel corpo, una carenza di questi può essere causa di danni alla salute che possono influire in maniera negativa sulle prestazione sportive. L’importanza dei livelli salini richiede un livello di attenzione maggiore nel caso di persone che praticano attività sportiva. Una dieta equilibrata dovrebbe essere in grado di mantenere i livelli salini adeguati, ma spesso accade che svolgendo un’attività fisica intensa tali livelli si riducono. Durante i periodi di allenamento intenso è possibile optare per l’assunzione di integratori salini in maniera tale da ottenere un duplice vantaggio. L’organismo riesce a svolgere in maniera più efficiente le funzioni vitali e di conseguenza le prestazioni atletiche sono migliori. I livelli salini sono importanti per un’atleta dal momento che essi sono interessati nel mantenimento di una buona condizione di salute per ossa e denti. I muscoli sono allo stesso modo condizionati dalla presenza dei sali. Questi ultimi svolgono una funzione di supporto nella contrazione dei muscoli e nel mantenimento di un normale ritmo cardiaco.

Assunzione e dosaggio degli integratori salini per lo sport

Gli elementi principali dei supplementi salini sono: calcio, fosforo, sodio, potassio e magnesio. Possono essere presenti anche tracce di minerali tra cui: ferro, zinco, rame, selenio e cromo. Relativamente ad ognuno degli elementi in questione, sono necessarie delle differenti quantità. La dose di calcio raccomandata per una persona adulta è pari a 800-1000 mg al giorno. La presenza dello stesso minerale deve essere maggiore e pari a 1200 mg nel caso di adolescenti. Carenze di calcio possono portare alla comparsa di un problema di osteoporosi. Per quanto riguarda i livelli di sodio, invece, si raccomanda di mantenere un livello di esso pari a 1100-3300 mg al giorno. La maggior parte delle persone, a causa di cattive abitudini alimentari consuma sodio in quantità eccessive. Livelli bassi di ferro causano una condizione di anemia. Un problema di questo genere è associato a sintomi di stanchezza ed affaticamento. Gli elementi che nella maggior parte dei casi risultano carenti sono ferro e calcio. Tali specifici risultati sono stati riscontrati in particolare nei giovani atleti. La principale ragione per cui i livelli salini è bene che vengano mantenuti regolari, riguarda la capacità che essi hanno nel bilanciare i livelli di acido-base ed altri elementi nel corpo. Essi sono anche importanti per lo svolgimento del passaggio di fluidi nelle cellule; aiutano per altro a regolare le funzioni di nervi, muscoli, ghiandole endocrine, reni ed intestino. Un normale livello salino nel sangue corrisponde ad una quantità pari a 135-145 mEq/L. Livelli inferiori a 135 sono considerati condizioni tali da favorire la comparsa di iponatriemia. Il reintegro salino attraverso il consumo di supplementi permette di regolare i livelli di sali nel corpo e di conseguenza permette di ottenere una condizione di salute ottimale.

Effetti collaterali e controindicazioni degli integratori salini

Un utilizzo non corretto di integratori salini può essere causa di effetti indesiderati. Una delle reazioni conseguenti all’assunzione di prodotti di questo genere comporta un aumento della pressione sanguigna che in definitiva si manifesta con un aumento del volume del sangue. A causa di questa conseguenza, l’assunzione di integratori salini deve essere valutata con maggiore attenzione nel caso di persone sensibili al sodio e che presentano problemi renali.

Possibili effetti indesiderati vengono riscontrati anche nel caso in cui si assumono quantità eccessive di integratori salini. Agendo in questa maniera, il corpo potrebbe subire un’alterazione negli equilibri di liquidi ed ottenere dunque una ritenzione idrica. L’eccesso di sali all’interno dell’organismo causa un effetto tale da trattenere l’acqua nel tentativo di mantenere l’equilibrio. È possibile limitare la ritenzione aumentando temporaneamente l’assunzione di liquidi ed utilizzando un diuretico leggero come la caffeina. Un utilizzo prolungato di integratori salini può aumentare la probabilità di sviluppare ipertensione cronica o pressione alta, ovvero problemi che possono evolversi in disturbi cardiovascolari. Allo stesso tempo, l’uso inadeguato dei supplementi salini causa un aumento dell’eliminazione del calcio attraverso le urine, effetto che porta con maggiore facilità verso la formazione di calcoli renali.