Benefici della dieta senza glutine?

La dieta senza glutine è progettata in maniera tale da fornire un apporto energetico in grado di permettere di affrontare l’intera giornata in modo semplice e attraverso il consumo di alimenti sani. Gli alimenti che possono essere mangiati senza problemi in una dieta priva di glutine includono: carni magre, frutta, noci, semi, cereali integrali. I pasti presenti nella dieta giornaliera devono essere completi e possibilmente formati a partire da alimenti sani al fine di creare dei piatti equilibrati dal punto di vista nutrizionale ed allo stesso tempo deliziosi e soddisfacenti per il palato.

Come seguire una dieta senza glutine?

La preparazione delle pietanze può essere svolta utilizzando alimenti come pane, pasta, biscotti, purché privi di glutine. È importante fare attenzione anche alla preparazione dei piatti: impanature e particolari preparazioni devono essere fatte utilizzando farine e condimenti privi di glutine.

A chi è adatta una dieta senza glutine?

Dieta senza glutine dieta gluten free
Dieta senza glutine dieta gluten free

Una dieta priva di glutine non necessariamente è una necessità. Seguire un piano alimentare nel quale siano assenti alimenti contenenti glutine, è diventato negli ultimi anni una tendenza popolare. Questo è uno dei motivi per cui i negozi hanno iniziato a popolare i propri scaffali di alimenti senza glutine di vario genere. Molte persone decidono di seguire una dieta priva di glutine a causa dei benefici per la salute che possono essere tratti seguendo un piano alimentare di questo tipo. La dieta senza glutine non rappresenta invece una scelta per le persone che risultano intolleranti alla proteina o che altrimenti presentano una sensibilità accentuata verso essa.

Quando seguire una dieta senza glutine?

Seguire una dieta senza glutine non sempre è una scelta. Le persone con celiachia al fine di non subire effetti collaterali devono seguire una dieta priva di glutine. Una dieta in questa maniera strutturata non implica una ristretta scelta negli alimenti consumati. L’elemento chiave è evitare tutti quegli alimenti che normalmente includono glutine e quindi pane, pasta, prodotti da forno e birra.

Perché seguire una dieta senza glutine?

Il primo e più importante motivo che richiede di seguire una dieta senza glutine è la condizione di celiachia. L’intolleranza al glutine si manifesta con una serie di sintomi diversi che tendono a ripetersi nel tempo nel caso in cui non si provveda a seguire un adeguato piano alimentare. Pianificare un programma alimentare completo ed equilibrato è importante specialmente se si tratta di bambini i quali a causa dei sintomi che si presentano con la celiachia potrebbero incontrare difficoltà nella fase di crescita. Iniziare una dieta senza glutine Il miglior modo per avviare una dieta priva di glutine sicuramente è quello di non limitare la scelta ai soli alimenti che vengono prodotti specificamente per le persone celiache. Ottenere tutti i nutrienti essenziali giornalmente e consumare pietanza appetitose è possibile anche in questi casi. Il segreto sta nella preparazione delle pietanze e nella varietà della dieta. È sufficiente fare attenzione durante la fase di preparazione e quindi evitare il contatto con piani cottura ove sono stati precedentemente poggiati alimenti contenti glutine, o in maniera simile è bene evitare di usare la stessa pentola o la stessa padella per la preparazione di pasta ed altri alimenti contenenti glutine. Al di fuori di queste piccole precauzioni non è richiesta alcun altro accorgimento per la preparazione dei pasti.

Alimenti senza glutine

Il lato più difficile da affrontare quando si avvia una dieta senza glutine riguarda probabilmente il reperimento di alimenti privi della proteina. In commercio, senza alcun dubbio sono più diffusi gli alimenti che contengono glutine, tuttavia, il mercato odierno presenta una scelta di prodotti indicati per celiaci più ampia rispetto il passato. L’alimentazione priva di glutine, può essere costituita da alimenti che naturalmente non presentano questa proteina ed allo stesso tempo da alimenti che vengono prodotti in maniera tale da non includere il glutine all’interno di essi.

INTEGRATORI ALIMENTARI CERTIFICATI SENZA GLUTINE

Benefici della dieta senza glutine

Seguire una dieta nella quale non sono presenti alimenti con glutine permette di trarre un gran numero di benefici per la salute. Uno dei primi effetti conseguenti ad una dieta senza glutine permette di ottenere un miglioramento dei livelli di colesterolo, la promozione della salute dell’apparato digerente ed un aumento dei livelli di energia. Scegliendo di iniziare una dieta priva di glutine, si sta in realtà facendo a meno del consumo di una varietà di alimenti malsani. A tal proposito non è permesso il consumo di cibi fritti a causa della panatura che nella maggior parte dei casi include glutine. Molti alimenti vengono elaborati e trasformati e di conseguenza includono glutine. Una dieta priva di glutine a causa di queste caratteristiche spinge verso un consumo minore di cibi elaborati ed allo stesso tempo un maggiore consumo di alimenti come frutta e verdura. Questi sono alimenti non amidacei e quindi completamente privi di glutine.

Conseguenze dieta con glutine

L’intestino tenue delle persone con celiachia è sensibile al glutine. A causa di questa sensibilità, anche piccole quantità di glutine possono causare danni all’intestino. Il rivestimento di esso presenta dei danni e a causa di ciò i nutrienti non vengono assorbiti nella maniera corretta. La celiachia se non trattata può provocare la comparsa di una serie di disturbi. La prima conseguenza che si verifica è una malnutrizione, dovuta al malassorbimento dei nutrienti. Effetti legati ancora a tale fattore provocano carenze di minerali quali il calcio e dunque osteoporosi.

Dieta e salute

Eliminando il glutine dalla propria alimentazione si è maggiormente propensi a consumare alimenti sani. Conseguenze legate a questa scelta permettono la riduzione di contrarre malattie cardiache ed alcuni tipi di cancro. Altre condizioni legate alla salute possono essere evitate seguendo una dieta priva di glutine e tra queste eccezioni rientra il diabete. Infine, dal momento che vengono consumati più alimenti ricchi di antiossidanti, vitamine e minerali essenziali, l’organismo ottiene un supporto nella prevenzione di malattie dovute a virus e germi. La maggior parte degli alimenti che sono inclusi in una dieta priva di glutine contribuiscono a mantenere il peso corporeo entro i corretti limiti. La dieta senza glutine promuove una perdita di peso sana. L’efficacia è particolarmente accentuata nel caso in cui il piano alimentare preveda un elevato consumo di alimenti contenenti proteine essenziali e carboidrati.

Uno nuovo studio epidemiologico rivela che negli States si contanto quasi due milioni di americani che soffrono di celiachia e che dovrebbero evitare di assumere alimenti contenenti glutine. Fino a 10 anni fa sembrava che la celiachia non fosse un problema per la popolazione degli stati uniti!

La celiachia causa un forte malassorbimento di nutrienti può causare ai malati osteoporosi, perdita di peso, stanchezza, eruzioni cutanee e altri problemi specifici.

La diatriba si è scatenata anche negli USA; Dieta senza glutine si o no? Moda o necessità? Problema o opportunità?

Il dato di fatto, secondo lo studio Dott. Joseph Murray della Mayo Clinic, è che i disturbi digestivi si stanno diffondendo a macchia d'olio e nel contesto sempre più frenetico di paesi occidentali troviamo celiaci non diagnosticati che mangiano ancora alimenti contenenti glutine (anche integratori alimentari senza glutine) al fianco di persone che non soffrono del morbo celiaco ma che hanno scelto di eliminare dalla propria alimentazione pane, pasta e tutti i cereali non che alimenti industriali contenenti glutine.

Il Dott. Joseph Murray ha esaminato i dati relativi ai campioni di sangue prelevati dagli americani nel 1950 e li ha confrontati con campioni attuali ed ha constato che la celiachia è in forte aumento. La ricerca stima che circa l'1% degli adulti statunitensi sia colpito dal morbo celiaco (sprue celiaca), un dato quattro volte superiore di 50 anni fa! Stando alle stime negli USA ci dovrebbero essere almeno 1,8 milioni di americani colpiti dalla malattia celiaca, ma almeno 1,4 milioni di persone cnon sono a conoscenza della loro patologia.

La Dieta senza glutine è un esigenza o anche una moda?

Per contro ci sono circa 1,6 milioni di persone che (sportivi, atleti, agonisti ma anche modelli, attori, attrici ) che sebben non siano stati diagnosticati, seguono in modo rigoroso una dieta priva di glutine (Paleodieta, Paleozona, Metabolica, Scardsale, Dieta Ph alcalino).

Gli scienziati suggeriscono che il crescente numero di soggetti celiaci lè correlato al fatto che le persone mangiano sempre più frequentemente alimenti, come pasta, pane, biscotti, prodotti da forno che rispetto ai decenni passati utilizzano tipi di grano che hanno un tenore di glutine superiore. Il glutine aiuta a lievitare la pasta al forno e dà struttura di beni e texture.

Oltre a questa evidenza sencondo il Dott. Murray il problema può essere dovuto alle modifiche genetiche apportate al grano.

Nel 1950, gli scienziati cominciarono incroci di grano per fare più resistenti, le piante più brevi e migliore crescita. E 'stata la base della rivoluzione agricola che ha fatto schizzare i raccolti di grano in tutto il mondo, grazie ai lavori del Prof. Norman Borlaug (Premio Nobel per la Pace).

Il glutine contenuto nel grano può in qualche modo diventare ancora più problematico per molte persone, ha detto Murray e questo può aver contribuito a diffondere una forma più live del disturbo gastrointestinale, noto come "la sensibilità al glutine".

Dieta senza glutine e glutensensitivity

La sensibilità al glutine causa di gonfiore e altri sintomi celiaci e sembrano essere aiutati evitando glutine, ma in realtà non ha una malattia celiaca. La celiachia viene diagnosticata con il test del sangue, test genetici, o biopsie del piccolo intestino. Tuttavia resta il fatto che la sensibilità al glutine sia caratterizzata da moltissimi disturbi aspecifici che peggiorano sensibilmente la qualità della vita e nel caso degli sportivi peggiorano la performance, a causa di un probabile riduzione del glicogeno muscolare e dell'apporto di sali. 

Secondo le stime sulla diffusione della malattia celiaca, condotti dal Dott. Alessio Fasano, ricercatore dell'Università di Maryland  il 6 % degli adulti statunitensi soffre di sensibilità al glutine.

Quest'anno,  secondo la società di ricerche di mercato Mintel gli americani spenderanno una cifra stimata di 7 miliardi di dollari USA. Oltre la metà dei consumatori che acquistano questi prodotti non hanno una chiara reazione al glutine. Comprano alimenti senza glutine perché li associano alla dieta o perché sembrano sentirsi meglio o perché credono di essere sensibili al glutine.

Qualunque sia la ragione, la commercializzazione di alimenti senza glutine è esplosa. I celiaci, quelli diagnosticati accolgono con favore questo fatto perchè fino a pochi anni fa, era difficile trovare generi alimentari e ristoranti, strutture e produttori attenti al fenomeno.

Costi 

Data la diffusione della celiachia e dell’intolleranza al glutine, i negozi ed i produttori si sono nel tempo adeguati alle esigenze della popolazione ed hanno iniziato ad ampliare la produzione di tali alimenti. Il problema che ancora interessa tali prodotti si riferisce al prezzo, spesso ancora troppo alto rispetto i prodotti che contengono glutine. La ragione della notevole differenza nel prezzo dei prodotti nella versione con e senza glutine risiede nella preparazione di questi ultimi. Pietanze ed alimenti senza glutine necessitano una diversa fase di preparazione: le cucine devono essere attentamente progettate e separate dal luogo in cui vengono preparati i prodotti a base di frumento, farro, segale ed orzo i quali contengono glutine. Altra ragione che porta alla differenza di prezzo è legata al fatto che alcuni alimenti senza glutine contengono delle farine e degli ingredienti non comuni ed utilizzati per massimizzare la consistenza dei prodotti finali.

Dieta e Avvertenze

La scelta degli alimenti da consumare in una dieta priva di glutine richiede un’attenzione maggiore rispetto ad un normale piano alimentare. Prima di acquistare un prodotto è importante leggere con attenzione l’etichetta riportata su di esso. Esistono specifici enti che assicurano l’assenza di glutine nei prodotti in cui è posto il relativo marchio. I programmi di certificazione garantiscono l’integrità e la sicurezza alimentare per i consumatori.

www.gjav.com non valuta ne garantisce l'accuratezza dei contenuti presenti che sono  che sono da ritenersi solo a scopo informativo e non sostituiscono il parere di uno medico o di uno specialista.