Quali sono le possibili cause della celiachia?

La celiachia è una condizione di salute, nota anche come sprue celiachia o enteropatia sensibile al glutine. Si tratta in altre parole di un disturbo digestivo autoimmune che causa danni alla mucosa del piccolo intestino quando gli alimenti contenenti glutine vengono assunti da una persona che presenta questo genere di problema. La sostanza che provoca tali danni è il glutine, ovvero una proteina che si trova in alcuni cereali. Il danneggiamento provocato dalla proteina all’intestino rende difficile all’organismo assorbire in maniera corretta i nutrienti derivanti dagli alimenti consumati ed in particolare si incontra difficoltà nell’assumere grassi, calcio, ferro e folati. 
Integratori senza glutine integratori per celiaci
Integratori senza glutine integratori per celiaci

Cause della celiachia in generale

Attorno all’argomento della celiachia è attiva molta ricerca. Diversi studi mirano alla ricerca della principale ragione alla base della celiachia. Non è stato ancora rilevata l’esatta causa che porta alla nascita del problema. Affermazione che in maniera diversa, è stato possibile confermare, riguarda il fatto che la celiachia è un tipo di malattia autoimmune. Fattori che sono legati ad essa includono: geni e fattori ambientali. Questi sono gli elementi principali che entrano in gioco nello sviluppo della malattia.

Cause genetiche della celiachia

Esistono dei geni specifici che è possibile rilevare nella maggior parte delle persone che presentano disturbi alimentari di intolleranza al glutine. La presenza di questi particolari geni non rappresenta tuttavia una condizione strettamente necessaria affinché si presentino problemi di celiachia. Non tutte le persone che sviluppano questa condizioni di salute presentano anche i geni in questione. La celiachia è classificata come una malattia autoimmune. La presenza di un certo gene o la combinazione di alcuni geni, è causa di un rischio più alto di insorgenza della malattia, ma ciò non implica l’effettiva manifestazione di essa. La genetica gioca un certo ruolo nell’insorgenza della condizione di salute in questione, ma questa non è tuttavia l’unica causa che porta al problema. Relativamente a tale aspetto è bene sapere che alcune persone presentano una predisposizione genetica tale da essere maggiormente esposte alla celiachia, tuttavia il problema non si manifesta esplicitamente a meno che avvenga un certo evento tale da innescare un risveglio del sistema immunitario. Un fattore di questo genere potrebbe ad esempio essere rappresentato da un’infezione virale o persino da uno stress emotivo.

Fattori esterni che possono causare celiachia

Elementi esterni di natura differente entrano in gioco nell’insorgenza della condizione di celiachia. Una certa importanza hanno a tal proposito il sole, le infezioni, alcuni farmaci, una condizione di gravidanza o la fase successiva al parto. Questi rappresentano dei fattori che possono essere causa del problema. Nel caso in cui si manifesta il disturbo alimentare inseguito alla presenza di una di queste condizioni, segue un’alterazione delle funzioni svolte dall’organismo. Normalmente, il sistema immunitario agisce con l’obiettivo di proteggere l’organismo da invasori ed elementi esterni che possono provare dei danni. Quando una persona è affetta dalla condizione di celiachia e mangia alimenti con glutine, il sistema immunitario svolge una funzione anomala formando degli anticorpi al glutine i quali attaccano il rivestimento intestinale. Questa rappresenta la causa dell’infiammazione nell’intestino ed il danneggiamento dei villi presenti in esso. I nutrienti derivanti dagli alimenti vengono normalmente assorbiti dai villi. Quando questi ultimi sono danneggiati, l’intestino della persona interessata non è più in grado di assorbire le sostanze nutritive nella maniera corretta e pertanto si presentano casi di malnutrizione. 
Immagine rimossa.
Integratori alimentari per sportivi celiaci

Celiachia e altre cause

La celiachia, in genere, oltre i disturbi tipici della stessa condizione non causa ulteriori problemi all’organismo. Tuttavia, la celiachia può favorire l’insorgenza di altre condizioni di salute e rendere quindi, la persona interessata, maggiormente suscettibile alla comparsa di altri sintomi e disturbi. L’osteoporosi è uno dei problemi che può essere causato dalla celiachia. Si tratta di una malattia che indebolisce le ossa e le rende maggiormente soggette a fratture. La condizione di celiachia è interessata in questo problema a causa dell’inadeguato assorbimento di nutrienti ed in particolari di calcio e vitamina D. In rari casi è possibile che si verifichi cancro all’intestino. Relativamente alle nascite, invece, è possibile che si presentino dei difetti di nascita, come difetti del tubo neurale a causa di un cattivo assorbimento di acido folico presentato da una madre celiaca. Le persone che hanno la celiachia sono maggiormente esposte verso ulteriori condizioni tra cui: tiroide, diabete di tipo 1, lupus ed artrite reumatoide.

Quando si diventa celiaci

Non esiste un’età o un momento della vita, che possa essere uguale per tutti, durante il quale sorge il problema di celiachia. Molti sono però i sintomi che accompagnano questa condizione. Non necessariamente i disturbi si presentano in tutte le persone. I più comuni disturbi includono problemi di natura digestiva che si manifestano con gonfiore addominale, dolore, diarrea, perdita di peso. Ulteriori problemi sono: grave eruzione cutanea, chiamata più specificamente dermatite erpetiforme, carenza di ferro, problemi muscoloscheletrici come crampi muscolari, dolore alle articolazioni ed alle ossa. Nei bambini e negli adolescenti è possibile che si presentino problemi o ritardi nella crescita. Le donne, invece, possono avere dei periodi mestruali irregolari. Sebbene non si possa individuare un momento esatto in cui la celiachia si manifesta, la presenza di uno di questi sintomi permette di intuire l’anomalia.

Cause e Diagnosi della celiachia

I fattori interessati nel caso di celiachia sono molteplici. Molta importanza ha il momento in cui il problema viene riscontrato. Riuscendo a rilevare la condizione in tempo è possibile limitare al minimo eventuali danni all’intestino. Se si ha il sospetto che sia presente qualche anomalia alimentare è bene intervenire eseguendo alcuni esami specifici. Il medico, inizierà a trattare il caso analizzando la storia familiare del soggetto. Successivamente verranno eseguiti degli esami del sangue, utili per misurare i livelli di alcuni anticorpi che tipicamente sono presenti nel caso della celiachia. Potrebbero essere effettuati ulteriori test per la rilevazione di carenze nutrizionali che si verificano a causa dell’assorbimento anomalo. Ulteriore test utile è la biopsia intestinale che è necessaria per verificare l’entità dei danni subiti dall’intestino.

Conseguenze della celiachia

La condizione di celiachia, se non trattata in maniera adeguata, provoca una serie di danni all’apparato digerente e nello specifico all’intestino tenue. Gli effetti causano di conseguenza dei problemi di assorbimento anomalo di vitamine, minerali e sostanze nutritive. Il danno all’intestino si verifica quando la persona continua a consumare alimenti con glutine. Si tratta di un’intolleranza alimentare particolarmente diffusa e che è possibile trattare solamente attraverso una dieta corretta e priva di alimenti che contengono del glutine.

Considerazione finale sulle cause della celiachia

Non essendo del tutto chiare le cause presenti alla base della celiachia, molti ricercatori ritengono che la malattia sia condizionata da fattori multipli, ognuno dei quali è necessario per lo sviluppo della condizione. I geni sono gli elementi che ricoprono il ruolo più importante. In mancanza dei geni specifici diminuiscono le probabilità dello sviluppo della condizione. Fattori ambientali sono allo stesso modo interessati nei casi di celiachia. Alcuni studiosi attribuiscono parte del problema anche all’alimentazione tipica del mondo moderno. Gli alimenti composti con grano spesso presentano dei livelli di glutine eccessivi rispetto quelli che in realtà sarebbero sufficienti. Indipendentemente dalla causa del problema, la celiachia per svilupparsi deve necessariamente essere provocata dalla digestione di un alimento contenente glutine. La persona con celiachia, infatti, ingerendo glutine stimola il sistema immunitario per danneggiare il piccolo intestino. Avvertenze:www.gjav.com non valuta ne garantisce l’accuratezza dei contenuti presenti che sono  che sono da ritenersi solo a scopo informativo e non sostituiscono il parere di uno medico o di uno specialista