Potassio e magnesio: fanno bene

Magnesio e potassio fanno bene

Potassio e magnesio a cosa servono?

Potassio e magnesio sono due dei sette principali minerali di cui il corpo deve disporre per poter funzionare nella maniera corretta. Il primo dei due elementi, il potassio, svolge un ruolo elettrolitico nel corpo e si occupa, inoltre, dell’equilibrio dei fluidi in esso. Ulteriori funzioni che interessano il potassio riguardano l’integrità delle cellule, la contrazione muscolare e la trasmissione degli impulsi nervosi. In maniera diversa, il magnesio si occupa del compimento di funzioni differenti ed in particolare svolge un ruolo di mineralizzazione nelle ossa, si occupa inoltre di sintesi proteica, contrazione muscolare, attività enzimica, supporto del sistema immunitario, benessere dei denti ed allo stesso modo del potassio è partecipe nella trasmissione degli impulsi nervosi. La carenza di uno dei due elementi, è nella maggior parte dei casi legato ad uno scorretto apporto alimentare. È molto più probabile che si presenti una carenza di potassio rispetto quella di magnesio la quale si verifica solo in rari casi. Condizioni tipiche che causano una carenza di questi livelli includono: abuso di alcol, malnutrizione proteica, presenza di disturbi renali, vomito prolungato o diarrea.

Integratore di magnesio potassio alcalinizzante

Acquista il nostro integratore di magnesio e potassio alcalinizzante, ipollaergenico certificato vegan!

shop now integratori gjav

Proprietà del potassio e magnesio

L’organismo, per garantire un corretto funzionamento delle proprie funzioni vitali necessita di adeguate disponibilità di potassio e magnesio. Questi minerali esercitano i loro effetti su diverse aree del corpo e svolgono funzioni diverse.

La ragione per cui è bene soddisfare le esigenze del corpo assumendo corrette dosi di questi due elementi è legata alla loro relazione con organi e cellule. In particolare, i supplementi di potassio, permettono il corretto funzionamento di tutte le cellule, dei tessuti, nonché degli organi. Il minerale non offre un supporto limitato solamente alla conduzione di energia all’interno del corpo, ma sostiene allo stesso tempo lo svolgimento delle funzioni cardiache. Il consumo di livelli supplementari di questo elemento assumono un’importanza maggiore nel caso di atleti dal momento che la presenza di esso è necessaria per la contrazione del muscolo scheletrico e per la regolazione del livello di liquidi nel corpo.

 

Proprietà magnesio e potassio

Benché il corpo non richieda dei livelli eccessivi di magnesio, la sua presenza è importante e deve essere supportata dal consumo di supplementi, qualora dovesse essere necessario. Funzioni che interessano questo specifico elemento includono la contrazione muscolare, la produzione di proteine ed infine la produzione, nonché il trasporto di energie. Date le azioni che il magnesio svolge all’interno dell’organismo una carenza di esso può causare sintomi quali affaticamento, contrazioni muscolari, scarsa memoria, confusione, tachicardia, allucinazioni ed insonnia. In maniera esattamente opposta, gli eccessi portano a sintomi tra cui nausea, vomito, rallentamento del battito cardiaco e pressione arteriosa molto bassa. I livelli di magnesio devono pertanto essere attentamente monitorati e mantenuti entro i limiti raccomandati.
Alimentazione e condizioni di salute particolari potrebbero rendere necessario il consumo di supplementi che contengono magnesio.

Benefici del magnesio e potassio

Entrambi, potassio e magnesio, sono minerali elettroliti, ovvero sono elementi necessari per la conduzione di impulsi elettrici nel corpo assieme a sodio, calcio e cloruro. La presenza dell’uno e dell’altro elemento è strettamente correlata. Il potassio è fondamentale per la contrazione muscolare e del muscolo cardiaco in particolare. Alla stessa maniera, il magnesio svolge un simile funzione nell’organismo. Ulteriori e specifici processi sono svolti da questi due elementi. Insieme, sono tuttavia essenziali per le funzioni che interessano il cuore.
Nella maggior parte dei casi, dei livelli di potassio bassi sono sempre associati a carenze di magnesio.

Carenze di magnesio e potassio

Bassi livelli di potassio e magnesio possono essere immediatamente rilevate a causa della comparsa di sintomi ed effetti collaterali. La rilevazione di anomalie nei livelli dei due elementi possono essere accertate mediante l’esecuzione di un semplice esame del sangue.
Carenze di potassio vengono specificamente chiamate condizioni di ipokaliemia. Queste si manifestano con sintomi di debolezza, crampi muscolari, problemi allo stomaco, stipsi, mancanza di energia e presenza di un battito cardiaco irregolare. Non necessariamente la carenza di questi livelli è legata ad una scorretta alimentazione, alle volte i ridotti livelli sono dovuti ad un’eccessiva escrezione di potassio, possibilmente a causa di farmaci o diuretici.
La rilevazione di una condizione di ipokaliemia deve essere trattata in maniera opportuna. In questo caso un grande aiuto è ottenuto dagli integratori.

Assunzione e dosaggio di potassio e magnesio

La presenza di potassio e di magnesio all’interno dell’organismo è importante per una serie di fattori diversi. Essi sono degli elettroliti e pertanto sono necessari a muscoli e neuroni. Carenze di potassio sono la causa più comune che genera uno squilibrio elettrolitico. Bassi livelli di potassio possono essere dovuti a disidratazione, vomito, diarrea, acidosi diabetico o ancora all’assunzione di farmaci quali lassativi, diuretici e steroidi. Tali lacune possono tuttavia essere risolte grazie al consumo di supplementi che presentano buone dosi di questo elemento essenziale, possibilmente associato alla presenza di magnesio.
Per quanto riguarda i livelli di quest’ultimo elemento, la quantità necessaria al corpo al fine di poter lavorare in maniera ottimale, non è così elevata, come invece accade per il potassio.
Per la prevenzione di carenze di potassio e magnesio è innanzitutto necessario seguire una dieta equilibrata. Grazie al consumo di supplementi specifici è possibile inoltre ottenere risultati positivi in periodi di tempo più brevi.
Le quantità di magnesio raccomandate, giornalmente, corrispondono a circa 400 mg al giorno per gli uomini ed a 310 mg per le donne. L’adeguato apporto di potassio per una persona adulta è pari invece a 4700 mg al giorno.
Sul mercato sono disponibili supplementi di magnesio e potassio sotto diverse forme. Tracce di questi due elementi si trovano anche, seppur in piccole quantità, in multivitaminici.
Forme disponibili di magnesio, in aggiunta alla dieta, includono magnesio gluconato, magnesio citrato e magnesio lattato. Questi possono essere ottenuti mediante supplementi specifici.

Effetti collaterali del potasio e del magnesio

La somministrazione di integratori di potassio e magnesio a bambini potrebbe essere causa di insorgenza di disturbi, nel caso in cui questa avvenga senza aver prima consultato un medico.
Sebbene la migliore fonte di questi elementi sia una corretta alimentazione, spesso è necessario ricorrere all’uso di supplementi al fine di riequilibrare i livelli dei due minerali.
Ingerendo delle dosi eccessive di magnesio e potassio, attraverso integratori, è possibile che si presentino una varietà di effetti collaterali. I sintomi che seguono ad un sovradosaggio di magnesio, ed allo stesso modo di potassio, includono: nausea, vomito, diarrea, debolezza muscolare, alterazione dello stato mentale e frequenza cardiaca anomala.
Assumendo integratori di magnesio e potassio il rischio di contrarre effetti collaterali è piuttosto ridotto, tuttavia la possibile comparsa di questi non è da escludere. È noto che i supplementi di magnesio tendono a reagire negativamente con antibiotici, farmaci per la pressione del sangue, farmaci per il diabete, digossina, diuretici ed infine farmaci di sostituzione ormonale.
Gli integratori di potassio, invece, interagiscono in maniera negativa con farmaci anti-infiammatori non steroidei, eparina, beta-bloccanti, antiacidi, insulina, diuretici e lassativi.
Al fine di evitare spiacevoli reazioni è bene consultare un medico prima di avviare il trattamento.
Particolari reazioni avverse non sono invece note per quanto riguarda la contemporanea assunzione di integratoti di magnesio accanto quelli di potassio. Piuttosto, nel caso in cui si presenti una carenza relativa ad uno dei due elementi, questo potrà essere risolta in maniera più efficiente e veloce nel caso in cui si assumano integratori che contengano entrambi gli elementi. Risulta più efficace correggere entrambi i problemi allo stesso tempo, piuttosto che trascurare uno dei due aspetti essendo i due minerali strettamente collegati.

Comments are closed.